Blog: http://iDolciInganni.ilcannocchiale.it

La pubblicità nell'era berlusconiana

Quando ero piccola non è che le pubblicità fossero dei gioielli, ma almeno avevano un loro perchè.
Ieri sera, di ritrono dalla penultima giornata di lavoro prima delle vacanze, accendo il ventilatore e sintonizzo la TV su Italia 1 per guardarmi un paio di puntate del telefilm della mia primissima gioventù, ovvero Friends. Friends è uno di quei prodotti merigani freschi, intelligenti e sempre giovani. Un evergreen. Peccato che a un certo punto, scattati i fatidici 3 minuti (che poi solo 3 non sono mai) di pubblicità, mi tocca vedere lo spot dei wallpaper per telefonino di Lucignolo. Lucignolo già di per sè è il peggior contenitore di volgarità, sessismo, controvalori e, insomma, retorica berlusconiana che ci sia. Ma vedere pubblicizzati, alle 19 di un afoso mercoledì di agosto, dei wallpaper con ragazzette formosette nude mi pare veramente ils egno dei tempi che corrono, anzi, dei ma(ia)la tempora. 
Però immagino che le spiagge della Costa Smeralda (e non solo) pullulino di giovani manzi con i petti depilati, le infradito Havaianas, il costume D&G e l'iPhone che fanno a gara a chi ha il wallpaper con le tette più sode.


Pubblicato il 7/8/2008 alle 9.46 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web