.
Annunci online

You've got the style it takes
Lasciate che i bambini vengano a me
post pubblicato in Diario, il 30 maggio 2008

Evviva, il clima politico italiano, almeno a sentire il lettore multimediale di Bibbbia (leggi Jo) è fichissimo! Nessuno litiga, manco succedono episodi brutti brutti tipo, che ne so, che uno col tatuaggio del Che sul braccio decide di menare degli extracomunitari al Pigneto, niente! Tutto tranquillo, tutto santissimamente pacifico. Allora il lettore multimediale, visto che sì, insomma, non sa che minchia dire, può ricominciare tranquillamente a fare la questua allo Stato per fare finanziare le scuole cattoliche (quelle da cui escono ragazze che a 23 anni porgono le terga al fidanzato e qualsiasi altro orifizio, mantenendo però illibato l'antro di Venere). Massì dai, così almeno quei peccatori (come la sottoscritta) che non danno l'8X1000 alla chiesta cattolica si pentono.
Va bene, mi dico, infondo è giusto, non foss'altro per quel lasciate che i bambini vengano a me... poi ci penso un attimo e mi dico che anche Davide è un bambino, per di più senza reni, con la vescica poco sviluppata e gravi problemi polmonari. E di un mese. Allora perchè non lasciare che anche Davide vada dal Padre? Non vale il detto fiat voluntas dei? Perchè accanirsi così con un esserino sofferente? Perchè non risolvere il problema a monte, incoraggiando la ricerca e facendo sì che tali accanimenti diventassero invece cure reali? Ma quanto bisogna essere mentecatti per cadere in questi tranelli morali?
Però il lettore multimediale si sà, può tutto. Ieri ho persino scoperto che lui e i suoi leggono la mente dei neonati. Del resto sono stati loro a dirci, dalle pagine di quella popò (in tutti i sensi) di testata che è l'Avvenire che Davide vuole farcela.

Sfoglia aprile        giugno
il mio profilo
tag cloud
links
calendario
cerca